pro loco ferentillo

Vai ai contenuti

Menu principale:

principato Cybo

Ferentillo > La Storia

    La Storia

Da principato Cybo a Comune

Nel 1415 il feudo passò sotto il dominio della famigli Trinci, ma è nel 1484 che passando sotto la fomiglia Cybo, Ferentillo avrà il suo periodo più fiorente. Questa nobile famiglia di origini rodiane venuta in Italia e insediatasi a Genova divenne in breve tempo una delle famiglie più fedeli allo stato della chiesa. Con Giovanbattista Cybo che divenne Papa Innocenzo VIII, i Cybo raggiunsero il culmine del loro prestigio.

Papa Innocenzo VIII sarà il primo Papa ad intraprendere rapporti con l'Impero Ottomano; sempre a lui verrà affiancata la scoperta del Nuovo Mondo con Cristoforo Colombo. Durante il suo pontificato Giovanbattista nominò primo signore di Ferentillo suo figlio Franceschetto il quale, unì la sua famiglia con quella dei Medici sposando Maddalena de' Medici figlia di Lorenzo il Magnifico e sorella del futuro Papa Leone X. Nel 1515 suo figlio Lorenzo prendendo in moglie Ricciarda Malaspina unirà il Ducato di Ferentillo al Principato di Massa, Carrara e Piombino.


La famiglia Cybo caratterizzò la storia artistica di Ferentillo in lungo e in largo costruendo tre delle più grandi chiese di Ferentillo (Pieve Santa Maria, Santo Stefano e Gonfalone) e chiamando importanti artisti ad affrescare gli interni, uno su tutti Jacopo Siculo da Giuliana. I Cybo fecero del feudo di Ferentillo un vero e proprio stato, garantendo l'indipendenza del territorio da ogni interferenza sia ecclesiastica che spoletina. Un principato libero e sovrano, dotato nel 1563 di uno statuto personale, composto da cinque libri a firma di Albericus Cybo. Nel 1730 Alderano Cybo vendette il feudo al Duca Nicolò Benedetti ed ai Montevecchio di Fano che ne furono signori fino al  1860 quando con l'Unità d'Italia, Ferentillo divenne Comune.



Torna ai contenuti | Torna al menu